CORSO ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO AZIENDALE 2017-02-28T13:28:13+00:00
Corso di Primo Soccorso Bergamo | RossoFormazione

in aula

personalizzabile presso l’azienda

descrizione

scheda del corso

ISCRIZIONE AL CORSO

Effettuabile in Aula.

CORSO IN AULA:
Compila la scheda di adesione

Corso Addetti al Primo Soccorso cat B/C 12 ore

Corso Addetti al Primo Soccorso cat A 16 ore

AGGIORNAMENTO: info alla pagina Corso di Aggiornamento Addetti al Primo Soccorso

PROSSIMI CORSI:

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

Richiedi informazioni:

Dichiaro di aver letto e accettato le condizioni alla paginaPRIVACY POLICY

CORSO ADDETTI AL PRIMO SOCCOROSO AZIENDALE

DESCRIZIONE 

Il Corso per Addetti al Primo Soccorso Aziendale è obbligatorio per la designazione dell’incarico di addetto alle emergenze di primo soccorso.
I lavoratori che hanno ricevuto l’incarico dell’attività di primo soccorso devono ricevere un’adeguata e specifica formazione, con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso, oltre che un aggiornamento periodico.
Il D.Lgs. 81/08 prevede un corso primo soccorso dedicato per il personale che fa parte della Squadra di Primo Soccorso Aziendale. Il percorso didattico, realizzato secondo le disposizioni del D.M. 388 del 15/07/03 sul pronto soccorso aziendale, prevede una percorso formativo differenziato, a seconda della categoria di appartenenza dell’azienda:

  • Primo Soccorso Aziende di Categoria B e C – 12 ore

  • Primo Soccorso Aziende di Categoria A – 16 ore

E’ necessario effettuare l’aggiornamento primo soccorso ogni 3 anni, relativamente le nuove procedure adottate in merito al primo soccorso aziendale.
E’ previsto lo svolgimento di test teorici e pratici, per valutare le conoscenze acquisite durante il corso; verrà rilasciato un attestato di partecipazione/formazione a chi li supererà con successo.

Classificazione di Appartenenza:

L’organizzazione del pronto soccorso aziendale è “modulata” sulla base di 3 diverse categorie individuate (gruppi A, B e C). L’appartenenza di un’azienda o di un’unità produttiva ad un gruppo si riflette sulla dotazione minima delle attrezzature, sulla formazione richiesta agli addetti e sui doveri di comunicazione da effettuare al Servizio Sanitario Regionale .

Gruppo A:

I. Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all’articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
II. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno . Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale;
III. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Gruppo B:

aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Gruppo C:

aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
(*) G.U. n.192 del 17-08-2004.- Indici di frequenza d’infortunio in Italia per gruppo di tariffa I.N.A.I.L.( per 1000 addetti
– media ultimo triennio disponibile ) – Tipo di conseguenza: inabilità permanente. Dati forniti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Per le aziende od unità produttive con lavoratori iscritti con più voci di tariffa appartenenti a diversi gruppi si deve calcolare la somma di lavoratori iscritti a voci riconducibili a gruppi di tariffa con un indice superiore a 4. Lo stesso criterio si applica per l’azienda od unità produttiva che assume lavoratori stagionali o “atipici” anche per brevi periodi.

Ricordiamo che per verificare l’obbligo formativo dei propri addetti al Primo Soccorso occorre fare riferimento alle voci di tariffa e corrispondenti indici di inabilità permanente pubblicati dall’INAIL, e conseguentemente, per le sole aziende appartenenti al gruppo A, vige l’obbligo (oltre al corso di formazione) di comunicazione all’ASL competente.

Effettuare quindi periodicamente una verifica delle voci di tariffa dell’impresa per accertarsi del proprio gruppo di appartenenza.

SCHEDA CORSO

CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO AZIENDALE

ai sensi del D.M. 388/03 e all’art 2-32-33-34 del D.lgs 81/08 e Accordo Stato Regioni del 21 dic 2011, 22 feb 2012 e 07 Lug 2016

  • TITOLO: Corso per Addetti al Primo Soccorso Aziendale e Gestione emergenze per aziende

  • OBIETTIVI: Gestire l’emergenza, riconoscere un’emergenza sanitaria, Distinguere le varie tipologie di trauma in ambiente di lavoro, Esaminare le sequenze e fasi per un intervento diretto sul traumatizzato

  • DESTINATARI: Datori di lavoro e Lavoratori che siano stati designati come addetti al primo soccorso aziendale e gestione delle emergenze.

  • AREA: Area sicurezza, sanità e soccorso.

  • PROGRAMMA DEL CORSO:

    MODULO 1: Concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo e assistenza. Allertare il sistema di soccorso.

    MODULO 2: Riconoscere un’emergenza sanitaria. Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio, conoscere i rischi specifici dell’attività svolta e acquisire conoscenze generali sui traumi e patologie specifiche in ambiente di lavoro e capacità di intervento pratico.
    Verifica finale: test di verifica delle conoscenze.

    MODULO 3: Esercitazione con prove pratiche di intervento: Accertamento delle funzioni vitali, tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N., Tecniche di primo soccorso in sindromi cerebrali acute. Tecniche di primo soccorso in sindromi di insufficienza respiratoria acuta. Tecniche di rianimazione cardiopolmonare (respirazione artificiale, massaggio cardiaco BLS). Tecniche di tamponamento emorragico. Tecniche di sollevamento, spostamento, trasporto e di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

  • MODALITA’: Lezioni, dimostrazioni, esercitazioni pratiche.

  • CERTIFICAZIONE: Attestato di frequenza con verifica di apprendimento

  • DURATA: aziende classificate nella categoria A – 16 ore, aziende classificate nella categoria B e C – 12 ore

  • AGGIORNAMENTO: triennale, aziende classificate nella categoria A – 6 ore, aziende classificate nella categoria B e C – 4 ore.

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online.